Brother MFC 1910W: recensione e confronto

4

Oggi voglio parlarvi di questa stampante: la Brother MFC 1910W. Ecco la recensione e il confronto con modelli simili!

Ho comprato questa stampante dopo aver eseguito una minuziosa ricerca tra la concorrenza, riassumendo qui in questa breve ma concentrata recensione ciò che ho letto su vari blog e tra i commenti di molti utenti. Premetto, lo ribadirò anche dopo, che sono possessore felice da ormai 2 anni di una Brother L2700DW.

Riassunto: buona MFC Wi-Fi B/B per la casa, ma la Brother L2700DW/2710DW è ancora superiore!

Perché scegliere Brother MFC 1910W

Essenzialmente cercavo un prodotto che:

  • fosse wi-fi;
  • fosse laser (e non ad inchiostro quindi);
  • avesse un aspetto gradevole e moderno (che non fosse un pugno in un occhio posta in soggiorno, in sostanza);
  • costasse meno possibile;
  • fosse dotata di scanner e ADF (ovvero la possibilità di scansionare in serie più fogli senza doverli manualmente spostare uno ad uno);
  • fosse di una marca solida (per avere la massima sicurezza che lavorasse nel complesso in maniera ottimale).

Alternative alla Brother 1910W

Stampanti con le stesse caratteristiche

  • un modello più vecchio ed esteticamente meno accattivante, ovvero la Brother MFC-L2700DW (che già possedevo);
  • un modello della Samsung, esteticamente più moderna, ma forse meno affidabile come stampante siccome Samsung in questo campo ha meno esperienza di Brother: Samsung MFC M2070FW/SEE.

Stampanti di qualità superiore (laser a colori)

Dico subito che la mia scelta era dettata dalla volontà, come già scritto, di prendere un modello che fosse in grado di stampare solo in bianco e nero, ma per chi volesse un modello a colori non esito a consigliare l’acquisto di una Brother MFC-9140CDN (ottimo prezzo e prestazioni superbe): Brother MFC-9140CDN.

Confronto con Brother L2700DW

Premetto che posseggo anche questa stampante (la Brother L2700DW) e, pur essendomi trovato molto bene fin da subito, ho deciso di non acquistarla per poter testare questo altro modello, meno da ufficio e più adatto ad una casa.
Le differenze sono tante e poche a seconda di quanto puntigliosi si vuole essere (questo lo deciderete voi).

Perché scegliere Brother 1910W

  • è leggermente più veloce a prendere il comando di stampa (stiamo parlando forse di un paio di secondi di scarto);
  • ha un aspetto più moderno ed elegante, che meglio si adatta agli spazi domestici;
  • è più compatta (non aspettatevi tutta via che sia minuscola);

Perché scegliere Brother L2700W

  • ADF con capacità maggiore (35 pagine rispetto alle 10 della 1910W);
  • paradossalmente più compatta (siccome la cassetta dei fogli rientra completamente nella base del corpo macchina, contrariamente alla 1910W… e questo si fa fatica a capirlo dalle foto e descrizione della 1910W!);
  • stampa fronte/retro automatica (significa che automaticamente, senza manualmente girare i fogli, stampa tutte e due le facciate, contrariamente alla 1910W! E anche questo l’ho ben appreso solo provando, dopo l’acquisto…!);
  • stampa più velocemente (26 pagine per minuto, ppm, contro le 20 della 1910W);
  • toner con capacità maggiore (e prezzo, originale in offerta, ridicolo, inferiore ai 10 euro, contrariamente alla 1910W che ha un toner dichiarato di 1000 pagine contro quello di ben 2600 della L2700DW!).

Punti in comune tra le due stampanti

  • entrambe stampano bianco e nero con risoluzione massima di 600dpi (tantissimi se si pensa che oltre i 400-500 l’occhio umano non è in grado di andare);
  • tutte e due hanno scanner in grado di catturare 2400 dpi di risoluzione;
  • hanno entrambe fax (che non ho testato, ma credo che se vi sono differenze, queste siano marginali nel lato pratico);
  • entrambe sono piuttosto ingombranti (nonostante la 1910 sia pubblicizzata come compatta!);
  • costano uguale (con leggeri fluttuazioni dovute a sconti momentanei);
  • entrambe hanno un piccolo schermo lcd a due righe, non retroilluminato e tanto meno non touch (che le rende un poco antiquate per i tempi che corrono);
  • entrambe si configurano molto facilmente, anche grazie al praticissimo foglio illustrato e ai driver disponibili nei CD che vendono forniti.

Considerazioni finali

La migliore stampante è…

Concludo dicendo che la Brother 1910W è una buona stampante, ottima anzi… ma (uno bello grosso) ritengo che il modello L2700DW sia un gradino superiore (a dire il vero, molti) per la semplice considerazione che entrambe costano 130 euro (circa) e che rappresentano quindi una spesa non da fare alla leggera e che quindi deve essere mirata ad avere ogni sorta di vantaggio che una stampante così “potente” può fornire. Con ciò mi riferisco alla stampa più veloce, al toner molto meno costoso se rapportato al numero di pagine stampabili, all’ADF superiore e infine, ma non ultimo, la possibilità di stampare fronte e retro automaticamente (cosa secondo me doverosa in una stampante di un certo valore).

Ho acquistato questo modello perché speravo mi potesse stupire o pareggiare almeno la rivale, ma con l’esperienza di utilizzo di mesi (ho aspettato volutamente a recensire questo prodotto) posso dire che non c’è riuscita appieno, come credevo.

Problemi e osservazioni su Brother 1910W

  1. Come potete vedere dalle foto, la carta non rientra nel fondo della stampante in modo completo, ma rimane parzialmente sporgente. Questo di fatto compromette parte della compattezza della macchina;
  2. per la configurazione wi-fi: serve inizialmente collegarla al pc con un cavo USB (NON FORNITO, lo dovete comprare a parte ed è di tipo A/B ovvero “normale” da una parte e “quadrato” dall’altra, per stampanti insomma) e usare il software di configurazione fornito con il CD. Ho provato con windows 7 e 10 a fare diversamente, ma risulta difficile, o meglio: v’è possibilità di allacciarla alla rete cliccando il tastino “wi-fi” direttamente sulla stampante e cliccando entro pochi sencondi il tasto WPS sul vostro modem/router (in questo modo by-passa l’inserimento della password e si collega in pochi secondi);
  3. se per qualche motivo la rete salta oppure viene cambiata la password/SSID sarà necessario riconfigurare la stampante come da punto 2 (appena descritto qui sopra) altrimenti sarà possibile stampare solo con USB.
  4. Incluso con la stampante arriva un toner dichiarato di 700 pagine (non so se effettivamente ne stampi 700 o la metà), che vi permette per il momento di avere un prodotto pronto alla stampa dopo la relativamente rapida installazione. Questo anche con la versione “solo stampante” (quindi devo ipotizzare che la versione “stampante+toner” vi fornisca un ulteriore toner da 1000 pagine).

Per ogni dubbio o ulteriore domanda vi invito a commentare qui sotto!

4 Commenti

  1. ciao, ho letto su amazon la tua minuziosa recensione di questa stampante 1910. ero tentata dell’acquisto, ma dopo aver letto le tue considerazioni sto virando verso l’altro modello da te indicato 2700 (i prezzi ora differiscono purtroppo…sebbene la 2700 pare sia piu’ datata…). per le dimensioni, in particolare, ti chiedo conferma che paradossalmente il cassetto sporgente fa vincere in compattezza la 2700? io dovrei piazzarla in un angolo in soggiorno dove non ho spazi aggiuntivi per allargarmi con il cassetto!!! grazie.

    • Ciao e grazie per supportarci anche al di fuori di Amazon!

      La 2700 è si più vecchia, ma solo nell’estetica (e nemmeno più di tanto ad essere onesti). Le dimensioni esatte (prese da internet e effettivamente misurate per evitare fraintendimenti) sono:
      – brother L2700DW: 40 x 40,9 x 31,6 cm;
      – brother 1910W (cassetto chiuso): 38,5 x 34,0 x 28,3 cm (il cassetto sporge almeno di 10-15 cm quindi da 34 (profondità) supera la 2700DW.

      Non è possibile stampare senza cassetto aperto (lo testimoniano anche altre foto di altre persone nel web, nonostante sia commercializzata con foto che raffigurano l’opposto!).
      Tutte e due sono piuttosto pesanti (circa 10 kg).

      Per questo riguarda il prezzo: un utente su Amazon mi ha segnalato la presenza del modello 2710DW (che sembrerebbe la versione aggiornata più veloce e performante su più versanti che costa, in offerta al momento della pubblicazione di questo commento, 145 euro).

      Per spendere 120 euro ti consiglio di aggiungerne 20-30 e avere un prodotto che offre prestazioni superiori!

      • grazie mille Ranieri! penso che investiro’ questa trentina di euro in piu’ e virero’ verso la 2710… una performante astronave nel mio soggiorno!! 🙂 su amazon, ho aggiunto io la segnalazione di cui scrivi (paradosso che il prezzo di 2710 sia oggi inferiore a 2700), credo che bisognerebbe mettere in evidenza questa pecca del cassetto, non come pecca della macchina, ma come informazione poco chiara… io ho scoperto la verita’ solo grazie alla tua recensione, e alla foto che hai postato tu, diversa dalla maggioranza delle foto in giro sul web. di nuovo grazie, e appena avro’ fatto l’acquisto, non manchero’ di aggiornare anche qui.

        • Hai ragione: la macchine funziona bene, ma il cassetto rimane una pecca così grossa da compromettere i vantaggi della 1910 sulla 2700, ovvero la compattezza (e forse il prezzo, se trovata in offerta).
          Contento di averti aiutata! Grazie a te di aver condiviso la tua esperienza qui sul blog!

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here