Amazon: recensioni false, 5 consigli per individuarle!

0
574

Come ex top 20, entrato e uscito nei meandri delle recensioni Amazon in cambio di prodotto gratuito, scrivo questo articolo per rendere più consapevole chiunque acquisterà su Amazon in futuro. Non crediate che questo mio articolo sia dettato dal’odio, anzi è mirato esclusivamente a farvi capire a cosa dovete prestare attenzione quando scegliete un prodotto sul noto portale di e-commerce.

Batate bene: gli influencer (io compreso) sono tenuti a dare una valutazione quanto più neutrale possibile. Su Amazon si verifica un’inflazione di questo concetto a tal punto che spesso un prodotto non buono ha critiche completamente inverosimili, che inducono soventemente l’acquirente all’acquisto di merce di tutt’altra bontà.

Ecco quindi 5 pratici consigli che ti permetteranno di uscirne vivo da questa …Amazzonia.

Recensioni false Amazon: come capire quali sono

#1 Attenzione alle troppe foto, specialmente dell’oggetto non in utilizzo

Questo è di un paio di cuffie “senza brand noto”, attualmente addirittura “Amazon Choice”. Da notare che delle immagini totali, queste sono circa 1/3.

Un primo pratico indice che ti aiuta a capire se l’oggetto selezionato è davvero valutato correttamente oppure se è stato gonfiato dalle fake review è osservare quante e quali foto sono presenti. Non è raro trovare una dozzina di foto sotto recensioni palesemente di parte che mostrano, spesso, il prodotto ancora nella sua scatola originale.

Cercate recensioni che mostrano il prodotto in utilizzo e possibilmente che non siano accompagnate da un book fotografico.

#2 Diffidate dai TOP reviewer

La recensione sponsorizzata contro regolamento Amazon, nella sua forma più classica. Si notino l’abuso di elenchi puntati e l’abbondanza di foto. Queste sono tipiche, ma non esclusive, dei top 1000.

Un classico detto cinsese Una classica mail “cinese” (scusate, ma di questo termine ne abuso) inizia con: “gentile recensore, ho visto che sei in classifica entro i 10’000…(Si, addirittura 10’000).

Cercate di prendere con le pinze i recensori top. Ho notato che quelli “peggiori” da questo punto di vista sono chi si colloca tra il 1000esimo e il 300esimo posto, mentre chi è più in alto – di solito – è spesso più refrattario nell’accettare di recensire oggetti di scarso valore e in generale hanno uno stile e un carattere descrittivo più marcato.

Quando ne trovate una così, state certi che ve ne sono altre. È in quel momento che dovete dubitare della bontà del prodotto.

#3 Preferite le recensioni brevi e con contenuti originali

Corta, vera e con informazioni potenzialmente utili. Sono rare le recensioni lunghe e contenenti info provenienti dall’esperienza d’uso. Controllando il profilo del recensore saltano subito all’occhio la serie di acquisti “non cinesi” che ne rafforzano la credibilità di “recensore onesto”.

Come per quanto detto sopra: è facile trovare recensioni che sembrano dei moduli precompilati all’interno dei quali sono stati inseriti dei dati tecnici (copiati dalla descrizione del prodotto) e ben poche esperienze veritiere dello stesso.

Una peculiarità sono le stelline, gli smile e le emoticons in generale. Cercate di non farvi abbindolare dalla forma.

#4 Diffidate dai profili che hanno comprato solo prodotti “cinesi”

Quando avete il sentore che la recensione possa essere truccata, ma non siete sicuri, cliccate il nome del recensore e visualizzare il suo profilo. Se questo ha poche recensioni, tanti voti utili e – soprattutto – queste sono tutte di oggetti “orientali” allora molto probabilmente la sua recensione è tarocca!

#5 Leggete le recensioni di 1/2 stelle

Alcune recensioni a 1/2 stelle possono essere eccezioni ad un ottimo prodotto. Quando evidenziano sempre lo stesso difetto invece…

Non esiste cosa più vera di una calunnia. No a parte gli scherzi: spesso leggere le recensioni con scarsi punteggi può essere rivelante. Non è raro trovare in questi commenti persone che si stupiscano delle votazioni alte e dicano la loro, frequentemente con fare abbastanza inalberato siccome confessano di essersi fidati delle buone valutazioni (finte).

Ultimi consigli

Non pensate che queste regole valgano sempre. Anzi. Gli stessi venditori (al 90% asiatici) sono sempre “all’erta” e ne escogitano sempre una nuova. Tra i più furbi posso annoverare chi:

  • rifiuta di far recensire il prodotto al top reviewer;
  • chiede di fare il solo acquisto senza recensione;
  • richiede espressamente una recensione senza foto e di sole 3 righe;
  • scrive da sé le recensioni (in un italiano stentato) con profili fittizi.

…insomma Amazon è davvero una foresta piena di trappole e insidie, anche per gli stessi “bracconieri” che cercano di piazzare trappole (mi riferisco ai recensori) che spesso sono inghiottiti dal sistema, insieme alle povere ed ignare prede (gli acquirenti!).

Ah quasi dimenticavo le chicche finali. Avete presente i prodotti in offerta del giorno e i prodotti “Amazon’s Choice“? Se vi dicessi che buona parte di questi sono stati, nelle settimane precedenti, regalati attraverso gruppi FB e mail a recensori “onesti e imparziali”, vi indignate? Oppure pensate che tutto questo non sia importante ai fini dei vostri acquisti?

È evidente che Amazon sta cercando di metterci una pezza, ma sappiamo anche che se dovesse bannare ogni recensore che esegue questa pratica, presto nei primi 10000 non ci sarebbe che il deserto.

Per chi vuole invece diventare parte di questo magico mondo fatato, può approfondire con questo articolo: Top Recensore Amazon: qualche riflessione.

Come si potrebbe risolvere il problema? Magari concedendo come fanno Banggood, Asos, Gearbest e Aliexpress la possibilità di ricevere oggetti gratuitamente, magari con altre modalità. Io sono a corto di idee, e voi? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here