HomeTempo liberoAnno Domini: il gioco da tavolo che unisce la storia all'azzardo

Anno Domini: il gioco da tavolo che unisce la storia all’azzardo

Il primo gioco di storia che ci insegna che bluffare è meglio di studiare!

HomeTempo liberoAnno Domini: il gioco da tavolo che unisce la storia all'azzardo

Anno Domini: il gioco da tavolo che unisce la storia all’azzardo

Il primo gioco di storia che ci insegna che bluffare è meglio di studiare!

Il primo gioco di storia che ci insegna che bluffare è meglio di studiare!

N.B.: in questo post possono essere presenti link affiliazione. In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Anno Domini è un gioco da tavolo che ti farà viaggiare nel tempo, alla conoscenza della storia e ti insegnerà che non sempre studiare paga! Le diverse espansioni sport e svago, penne e pennelli, sex & crime e sotto i riflettori permettono divertimento per tante partite.

Durante le feste abbiamo provato Anno Domini (e altri giochi, come per esempio Exploding Kittens Party Pack e Shit Happens) e ora vorrei, sinteticamente, dirti cosa ne pensiamo.

In breve? Consigliato: divertente, discretamente veloce e che premia il ragionamento e il bluff, al netto di qualche punto critico.

Conosci un party game da tavolo migliore? Scrivimelo qui sotto nei commenti!

14,27€
disponibile
3 new from 14,27€
as of 24 Settembre 2022 15:40
Amazon.it
12,90€
disponibile
5 new from 12,29€
as of 24 Settembre 2022 15:40
Amazon.it
14,27€
disponibile
3 new from 14,27€
as of 24 Settembre 2022 15:40
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2022 15:40

Anno Domini: come si gioca

Giocare ad Anno Domini è molto semplice e intuitivo. Inizio a dire che richiede un minimo di due persone e che non ha un limite massimo di giocatori. Queste due caratteristiche lo rendono perfetto per le serate tra amici.

È un gioco di carte. Ogni giocatore parte con 8 carte scoperte sul tavolo, descriventi un evento, per esempio “Robert James Fischer vince il titolo di campioni del mondo degli scacchi a Reykjavik“. Attenzione: l’altro lato della carta mostra l’anno in cui si è svolto l’evento e non dovrà esser visto da nessuno in questa fase del gioco.

In centro al tavolo c’è il mazzo di carte evento e una carta posizionata in modo che sia visibile a tutti. Quella è la prima carta costituente la linea temporale comune.

A turno, in senso orario, un giocatore potrà piazzare una delle sue carte evento a destra (cronologicamente dopo) o a sinistra (prima) di una qualunque altra carta della linea.

In alternativa il giocatore può decidere di “dubitare” della correttezza della linea temporale. A questo punto le carte della linea temporale vengono girate: basta un solo errore, non importa chi lo abbia commesso, affinché la persona che aveva giocato prima di chi dubitava peschi 3 carte. Se è corretta, chi ha dubitato – male – ne pescherà 2. Si ricomincia con una nuova carta evento dal giocatore successivo.

Lo scopo del gioco è finire per primo tutte le proprie carte evento.

Dubbi? Scarica il PDF ufficiale del regolamento di Anno Domini.

Bene, ma come ci è sembrato Anno Domini?

Veniamo al sodo: Anno Domini ci piace.

Un gioco così acculturante non lo provavo da quando a 12 anni giocavo con mio fratello Leo alla “Macchina del Tempo” di Alessandro Cecchi Pavone. Si, ho avuto un’infanzia alternativa.

Rarissima foto del gioco in scatola “La macchina del tempo” di Alessandro Cecchi Paone. Inutile dire che al tempo di questo gioco la cosa che avevo apprezzato di più erano i sagomati in cartoncino degli umoni delle diverse ere. Il resto non me lo ricordo.

A storia, come capitava a me in italiano, ti capitava di prendere 5= (“meno meno“) perché – a detta della professoressa era “meno demoralizzante che un 4 e mezzo“? Non ti preoccupare, potrai vincere comunque a questo gioco usando la tua poker face. Questa è anche più importante di quello che conosci davvero.
Infatti il trucco per vincere ad Anno Domini è proprio evitare che la persona alla tua sinistra dubiti di te.

Infine, di questo gioco non ci hanno convinto:

  1. la durata di una partita riportata sulla scatola è meno di quella reale: in quattro, mediamente è sempre durata due ore (capre noi? sicuro!)
  2. le carte, pur essendo più di 300 tematiche, determina una medio-bassa longevità (mai quanto in Shit Happens, sia chiaro).

La verità è che Anno Domini entra sicuramente nella mia Top Ten di giochi da tavolo, se solo ne avessi una 😅. Consigli su un gioco da tavolo party da provare?

Ranieri
Ranierihttps://www.ranierisdesk.com/
Mi chiamo Ranieri Domenico Cornaggia, sono laureato in medicina e mi piace la tecnologia, il fitness e gli scacchi. Amo gli animali e le sfide!

Offerte in tecnologia, quando vuoi tu, realmente convenienti.

Dimentica l'ansia del Black Friday. Ogni giorno aiutiamo amici e lettori del blog a risparmiare sul loro prossimo acquisto in tecnologia.

Un solo canale Telegram per tanti prodotti realmente convenienti. Selezioniamo personalmente ogni offerta.

Commenti

Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter
Iscrivimi
Puoi sempre disiscriverti dopo.
Chiudi
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie leggi la cookie policy.

Cerchiamo collaboratori!

Hai una storia o un'idea da raccontare? Lettore di passaggio o creator, diffondi la tua idea!
Contattaci
Chiudi
Cerchiamo collaboratori!