Se sei nuovo e vuoi sapere se SixthContinent funziona o è una bufala, sei nel posto giusto. Se sei iscritto da tempo e vuoi fare un quadro della situazione dei vantaggi e svantaggi della piattaforma, possiamo farlo insieme. Se sei semplicemente stanco e vuoi cancellarti da SXC, ti spiego come.

Questo articolo cerca di fare un veloce quadro della situazione delle novità, dei vantaggi e delle cose che invece funzionano meno della sempre più famosa SXC.
Siccome la mia esperienza può essere un campione limitato e poco rappresentativo, ho bisogno del tuo aiuto: scrivendo la tua esperienza nei commenti potrai informare altri lettori su cosa ha funzionato e cosa meno, evitando magari tanto stress!

Questo vale per ogni sezione di questo articolo che ti senti di poter arricchire/modificare. Grazie!

SixthContinent funziona?

Certo. In questo articolo spiego come e quanto ho risparmiato.

Attenzione: quello che leggerai è tutto frutto di quanto un “ragazzo normale” può fare e non di un agente SixthContinent. Sono guadagni, discreti, ma veri.

Trucchi SixthContinent per risparmiare

#1: carte sponsorizzate più convenienti come primo acquisto del mese

AGGIORNAMENTO 29/03/2019: da non poco tempo SXC sta modificando questo fatidico “primo acquisto del mese”. In data marzo 2019 la situazione si è leggermente modificata, introducendo un 300 euro di spesa minima (a volta per alcune carte 150 euro) che possono essere effettuati direttamente con l’acquisto di 300 euro della carta che state acquistando.

Tutti sanno ormai che per il primo acquisto del mese ti devi comprare insieme una di quelle “offertone imperdibili”.

Pochi sanno però che la sponsorizzata può essere anche una carta “con un senso”. Mi spiego meglio con una serie di immagini.

Per selezionare queste carte dovete mettere in ordine di costo (e non “suggerite”) l’elenco di sponsorizzate che vi si palesa di fronte. Come potete vedere non sono carte da 10-20 euro, ma hanno un valore minimo di circa 50 euro (tranne rare eccezioni) fino ad un massimo di 200 euro.

Tra le carte sponsorizzate “non sconosciute che possono suscitare un maggiore interesse” (chiamiamole così) troviamo qualche cosa di notevole. Ognuna ha un prezzo e un cashback variabile. Le offerte interessanti sono:

  • laRinascente
  • IKEA
  • Unes
  • Trony
  • MultiCard Italia
  • Nike
  • Foot Locker
  • Chicco
  • Q8 Ticket Fuel
  • App Store & iTunes
  • Mondadori Store
  • Decathlon
  • Windows Carta regalo
  • QC Terme
  • Reebok
  • Adidas
  • Morellato
  • Sector
  • Pittarosso
  • Varie carte offerte da SpesaSicura (Amore Protetto, Wishkas, Catsan, Finish, ecc…)

N.B.: questa lista potrebbe essere leggermente diversa a seconda della carta selezionata e della disponibilità (in tal caso segnalate qui sotto nei commenti!).

Conviene? Come sempre va usata la testa. Se siete fedeli acquirenti IKEA si. Se acquistate da Decathlon non infrequentemente (come il sottoscritto) si. La maggior parte, forse, riesce a spendere 200 euro in Amazon (attraverso la MultiCard Italia!) solo in alcuni momenti nell’anno.

Insomma il mio consiglio è di essere coscienziosi e non lasciarvi trascinare. Una buona strategia potrebbe essere quello di acquistare una di queste carte costose – ma anche più verosimilmente utili – saltuariamente (1 mese ogni 2/3 o più) in modo che voi possiate smaltire il buono senza avere la sensazione di fare acquisti che vi sareste risparmiati e, allo stesso tempo, godere dell’extra profit ogni tanto (si parla di 10-15 euro circa).

Come ulteriore esempio vi riporto quello che ho effettuato a marzo 2019. Avevo 20,50 euro tra crediti e punti. Non acquistavo da ormai 2 mesi (per lo studio ho avuto una vita abbastanza monastica). Ho selezionato 50 euro di multicard italia e 25 euro di pittarosso (sponsorizzata), siccome la mia bella aveva bisogno di un paio di scarpe. Ho pagato di tasca mia 54,50 euro per tutte e due. Ho ricevuto un cashback di 2 euro (l’8%!) per la carta Pittarosso e 2 euro li riceverò a fine mese (bonus per l’acquisto di una sponsorizzata). con la carta multicard italia ho ottenuto un ulteriore 75 centesimi.

#2: carte senza obbligo di sponsorizzata

Come detto pocanzi, questa è ormai una cosa risaputa: non tutte le carte che acquistate come primo acquisto del mese su SixthContinent sono vincolate all’acquisto di una sponsorizzata.

L’elenco completo lo trovate qui (cerco sempre di tenerlo aggiornato, ma vi prego di segnalare se qualche cosa è variata).

Come ribadito anche in articoli precedenti questo è un ottimo espediente per sfruttare il bonus di cittadinanza giornaliero senza spendere eccessivamente in spese inutili.

Io, studente a tempo perso, ho necessità di acquistare costosi libri di testo ogni 6 mesi. Quale modo migliore di farlo se non usando i buoni Feltrinelli accumulati (a ritmo di uno al mese) acquistati al 50%? Mensilmente, non facendo assolutamente nulla, si accumulano minimo 30 centesimi al gg. Perché sprecarli se devo comprare quei benedetti libroni?

Scoop: la carta “la Feltrinelli” è diventata una di quelle con obbligo di sponsorizzata. Ho qualche giorno per cercare un’alternativa (se ne avete suggeritemene nei commenti!).

SixthContinent: problemi e controversie

In questa sezione cerco di elencare e soppesare i problemi riscontrati su SixthContinent, riportando l’eventuale soluzione.

#1: il pagamento non funziona

Non poche volte mi sono trovato a dover rinunciare ad un acquisto perché il pagamento non andava a buon fine. Questi errori erano particolarmente frequenti soprattutto mesi fa, ma non posso negare che sono accaduti anche negli ultimi acquisti.

Provo da pc, provo con diverso browser, disattivando AdBlock, in diversi momenti della giornata, con un’altra macchina. Nulla. Provo con Amazon Pay o con carta. Sempre nulla.

Come ho risolto? Non sempre, ma spesso usando il telefono. Se così non basta consiglio di impostare la lingua del sito in inglese.

Aggiornamento 20/12/2018: é stato introdotto il sistema di sicurezza ai pagamenti DIANA. Occorre eseguire una procedura di convalida e attivazione dello stesso prima che ogni pagamento possa andare a buon fine. Potete farlo, previo login, a questa pagina.

#2: censura e scortesia eccessiva

Non sono il solo che si è visto contestare un genuino (e a volte anche propositivo) commento in risposta ad un post su FB o nella stessa area “social” di SixthContinent.

So che ricevere critiche pubbliche e rispondere ad esse non è mai facile. So che non raramente dietro una tastiera si dicono cose che nella realtà magari non si direbbero (o si direbbero filtrate).

Come cliente posso certamente dire che non fanno una bella figura.

Come cancellarsi da SixthContinent

La procedura potrebbe sembrare facile a dirsi e anche a farsi. Personalmente non ho esperienza diretta, quindi le seguenti mie considerazioni sono solo pensieri.

Il messaggio che si legge quando si è in volontà di disiscrizione da SixthContinent.

Il link per visualizzare direttamente il sito in questione è questo: Come chiudere il tuo account.

Per cancellare l’account di SixthContinent bisogna contattare l’assistenza clienti.

È un metodo stress-free? Dipende

A quali pensieri alludo? Di primo impatto non mi sembra un modo privo di stress per cancellare il proprio account SithContinent. Quanto meno non un sistema che possa evitare di dover scrivere una mail al supporto e magari aspettare qualche giorno (se non di più come tanti utenti hanno avuto modo di sperimentare).

Analizziamo a volo di rondine come è possibile cancellarsi da altri servizi e siti:

  • Facebook: con una brevissima ricerca è possibile trovare questo articolo e capire che per disiscriversi basta schiacciare qualche pulsante ed aspettare 14 gg (per eventuali ripensamenti). Un metodo piuttosto stress-free.
  • Twitter: come per sopra (articolo di Aranzulla) si capisce che la procedura è ancora più immediata (anche qui c’è un 30 gg in cui puoi tornare indietro).
  • YouTube: si va dritti al punto con un chiarissimo articolo fornito dallo stesso big G.
  • Amazon: fa come SXC, chiedendoti di contattare l’assistenza (dettagli a questa pagina).
  • Instagram: qualche pulsante et voilà (articolo con spiegazione).

E quindi?

…quindi mi limito a considerare il metodo offerto da SixthContinent come metodo sufficiente, dando come scontato un miglioramento del servizio clienti.

Per certo si può dire che questa procedura non ha soddisfatto la maggior parte delle persone che, magari piuttosto stressate, volevano una soluzione più rapida (a 20 persone su 70 è stato utile l’articolo).

E voi che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

2 COMMENTS

  1. CIAO A TUTTI.
    SONO UN RECENTE ISCRITTO DI SIXTH CONTINENT. PER EVITARE L’ACQUISTO DELLA SPONSORIZZATA VORREI ACQUISTARE LA MULTICARD DEL VALORE DI 300 EURO. VORREI SAPERE UNA VOLTA ACQUISTATA LA DEVO TRAMUTARE INTERAMENTE PER UN UNICO BRAND O E’ POSSIBILE TRAMUTARLA PER PIU’ BRAND SEMPRE PER UN VOLORE TOTALE DI 300 EURO.
    GRAZIE SALUTI PAOLO

    • Ciao Paolo!
      Ti confermo che l’acquisto di una Multicard Italia, una volta convertita come da istruzioni su ideashopping, ti permette di comprare per più brand diversi.
      Per esempio 300€ di Multicard possono diventare 100€ Amazon, 50 Ikea e 150€ Carrefour.
      Scrivici pure nel caso di ulteriori dubbi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here