7 Consigli per migliorare subito tua la tecnica fotografica

0
192

Con il tempo, che tu sia un imprenditore oppure uno scrittore di blog alle prime armi, avrai bisogno di “imparare a fare foto”. Mi riferisco a qualche regola basilare che io stesso ho scoperto curiosando nella rete e che ora voglio riassumere qui.

Per chi è a digiuno dell’argomento o per chi scatta 10 foto tutti i giorni e le posta sui social, questa brevissima guida potrà certamente svelargli qualche trucco in più.

I consigli

#1 L’attrezzatura

Sappiate che non è indispensabile spendere migliaia di euro per avere delle foto di qualità. Allo stesso modo non potete cercare di ottenere foto da copertina se il vostro telefono è un vecchio lumia 535. I veri appassionati di fotografia – che la sanno molto più lunga di me – potranno infatti convincervi che tra le migliori foto scattate fino ad oggi, tante sono state fatte con macchine che farebbero sembrare il vostro nokia 3310 un vero portento.

Insomma, il concetto è sempre lo stesso: se sei abile riesci a portare sulla luna un paio di uomini sfruttando una centralina che ha la potenza di un attuale telefono cordless.

#2 La composizione della scena

Molto più importante, quasi, del soggetto stesso. Come youtuber ne so qualche cosa: affinché un video sia piacevole alla vista e non dia un senso di “cheapness” bisogna che nell’inquadratura compaiano più cose. Nello specifico:

  • il soggetto (preferibilmente in primo piano)
  • uno sfondo (che supporti il soggetto, ma che non rubi la scena)
  • elementi secondari che arricchiscano l’immagine

Ovviamente questi criteri valgono anche per la fotografia, con qualche eccezione (ricordate che sono regole generali queste!).

#3 La regola dei terzi

Forse quella meno conosciuta e più sottovalutata. Immaginatevi di suddividere il campo visivo con una griglia 3×3. Fatto? Alcune macchine fotografiche hanno già queste opzioni incorporate (“ecco a cosa servono!” cit.). Bene, ora la questione è facile: posizionando il soggetto all’incrocio di 2 delle linee la foto sarà (anche se a voi non sembra) più piacevole da guardare.

Lo stesso vale con gli orizzonti: non fateli cadere in mezzo alla foto, ma spostateli al terzo superiore o inferiore per ottenere un miglior risultato.

Anche qui ci sono delle eccezioni: se volete attirare lo sguardo sul soggetto una tecnica sta nel posizionarlo esattamente nel punto centrale, non posizionando nessun altro elemento attorno (per esempio sono le foto che si fanno ai modelli, quelle non artistiche).

Lampante esempio della regola dei terzi in fotografia!

#4 Bilanciare la foto

Continuando il discorso del punto precedente, non lasciate che il terzo controlaterale a quello del soggetto sia “vuoto”, ma aggiungeteci un elemento secondario, anche sullo sfondo. Otterrete immediatamente un miglioramento!

#5 Attenzione alla luce

Idealmente, per un’illuminazione impeccabile, occorrerebbero diverse fonti luminose, ognuna con il suo preciso scopo. Possibilmente ogni fonte luminosa dovrebbe essere uniformemente distribuita, per illuminare:

  • frontalmente il soggetto
  • lo sfondo
  • lo soggetto, posteriormente

Tuttavia, questo non è così necessario o vincolante: molte foto sono ottenute sfruttando una sola fonte di illuminazione, con una sapiente scelta dei chiari scuri. Altre sono fatte alla luce del sole. Altre ancora con il solo flash.

In generale sappiate solamente che una pessima illuminazione (improvvisata con delle lampade da tavolo, per esempio o con il soggetto in ombra) rovinano la foto in modo irreparabile. Cercate piuttosto di giocare con le fonti luminose e di non accontentarvi.

#6 La “regola del naso”

Questa regola l’ho appresa mentre scrivevo questo stesso articolo, dettami da Nicole. Semplicemente non dovete far sporgere il naso dalla sagoma del viso a meno che non stiate facendo la foto di profilo. Questo per evitare che il naso sembri involontariamente più lungo!

A quanto pare sembra essere una regola piuttosto famosa per chi è nel settore (io davvero cado dal pero).

#7 Cogliete l’attimo

Forse sono le migliori foto, quelle fatte senza essere pensate e progettate, le migliori. La cosa vale soprattutto se il soggetto è un umano. Fateci caso: quale sorriso è più naturale di quello che realmente nasce dal cuore della persona piuttosto che dal mero artificio?

Il fiume Adda, zona Forcola (SO), Valtellina. Se volete venire a trovarci ci potete trovare su AirBnB!

In conclusione

Vorrei concludere questo articolo con un piccolo trucco dettomi ai corsi di psicologia: il reale sentimento che la persona sta provando lo si osserva dagli occhi e non dalla bocca. Quindi se vedete il divo sul red carpet che sorride, osservate bene gli occhi e “isolateli” dal resto del volto.

Piccoli dettagli che rendono una foto naturale davvero.

Commentate qui sotto dicendomi quanti di questi consigli già conoscevate… buoni scatti a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here