Home Informatica Workstation/Server Plex per 10+ transcodifiche e multiple VM

Workstation/Server Plex per 10+ transcodifiche e multiple VM

Home Informatica Workstation/Server Plex per 10+ transcodifiche e multiple VM

Workstation/Server Plex per 10+ transcodifiche e multiple VM

N.B.: in questo post possono essere presenti link affiliazione.

Prestazioni” non sono sempre sinonimo di “costoso“. Questo articolo è frutto di alcune discussioni che puoi leggere nella sezione commenti dell’articolo “Plex Media Server e J3355/J4105/J5005: DIY NAS HTPC. Per questo vorrei ringraziare gli utenti Mauro e Redyna che hanno dato spunti per approfondire ancora di più l’argomento su come assemblare un Server Plex così potente!

In questo articolo esporrò un esempio di un server/nas/working station che sarà in grado di gestire più di 10 transcodifiche Plex, gestire multiple VM e fare altre tante belle cose. In sostanza una bestia di server dal costo relativamente contenuto.

Prima di iniziare, ti avverto che potresti trovare scritte alcune abbreviazioni e termini tecnici (nulla di super specializzato in ogni caso). Per questo motivo, se sei completamente a digiuno dell’argomento, potresti trovare utile leggere l’articolo “come assemblare pc: teoria, consigli e pratica“.

Dubbi, domande e curiosità possono essere approfondite con un semplice commento in fondo all’articolo (magari ne nasce un’altra interessante discussione).

La configurazione del Server Plex

Totale? Circa 1200 euro, HDD esclusi.

Domande frequenti

Perché proprio AMD 3700X per un Server Plex?

Questo processore è dotato di 8 core, 16 multithreading con frequenza base di 3,6 Ghz che può salire fino a 4,4 con il turbo. Senza contare che è pure overcloccabile. Il tutto a soli 65W TDP.

Le prestazioni mono core sono simili e anche leggermente inferiori all’Intel 9700k, ma è nel multitasking non c’è paragone.

Se è insufficiente puoi sempre prendere un AMD 3900X, una vera bestia.

N.B.: né AMD 3700X, né 3800X, né 3900X hanno un processore grafico integrato, quindi ti servirà sicuramente una scheda dedicata, anche se decidi di non abbinarci una nVidia Quadro.

Meglio un case rack mount o uno full/half -tower?

Dipende. Se pensi che avrai più di 8 dischi da 3,5″ allora meglio investire di più in un case più grande, portafoglio permettendo.

Per “case più grande” intendo dire un rack mount 3/4U da 15 o 24 slot totali. Questi case sono piuttosto difficili da trovare sia in rete che in negozi fisici. Vivessimo in America i prezzi e le forniture sarebbero diverse, ma qualche cosa si trova lo stesso anche da noi.

Quanti flussi di transcodifica può gestire questo server Plex?

Molti.

Jason (di Byte my Bites) è stato molto pragmatico mostrando in un video le quanti flussi potesse gestire in transcodifica software (cioè di sola potenza bruta, senza Plex Pass): 3 video 4K 40 Mbps H265 oppure 13 video in 1080p 15 Mbps H256 (24 se con codifica H264).
A questo dato aggiungo anche le considerazioni che tanti utenti Plex esperti raccomandano sulla transcodifica 4K: meglio evitarla, per una valanga di ragioni.

Ammetto che io sarei il primo a transcodificare in 4k, se non fosse che occupano troppo spazio per le mie tasche. Perciò il processore al 50% potrebbe reggere 6-7 flussi in 1080p h265 (o 1 4K e 4 in 1080p h265 – o più se h264) e avere ancora tante risorse per il resto.

Insufficienti? Meglio passare a hardware intel? O aggiungere una scheda grafica? La seconda opzione sembra la migliore. Semplificando possiamo dire che se ti servono solo 5-6 flussi, e nulla d’altro, puoi costruirti un nas andando al risparmio (3-400€), mentre oltre un certo limite è raccomandato comprare una Quadro P2000 (460€ da Amazon.it) che permette di sgravare il carico dalla CPU e poter transcodificare ben 8 video 4K oppure 26-26 1080p.

Perché la scheda RAID?

Così tanti dischi dovranno essere gestiti necessariamente da un controller dedicato, a meno che tu non abbia una scheda madre con il sufficiente numero di porte sata e un controller raid che ti consenta di ottenere ciò che vuoi.

Ryzen è adatto alla virtualizzazione?

Non ho testato personalmente, ma posso dirti che tante persone lo hanno fatto e funziona egregiamente. Il fattore limitante sarà comunque l’ammontare della ram e lo spazio dedicato.

Tra gli altri cito TechPowerUp che ha fatto un’ottima analisi e confronto delle prestazioni (non solo in ambito VM) del Ryzen 3700X.

Quale OS usare?

Questo dipende molto da quanto vuoi sbatterti e di cosa sei intenzionato a fare.

I puristi, o semplicemente i più esperti, raccomanderebbero un sistema operativo pensato per i server (come Windows Server o una distro senza gui di Linux).

Tuttavia, se non sei esperto del determinato sistema operativo, persino un OS che abbia un’interfaccia grafica (come windows 10) ti consente di limitare il tempo speso per risolvere possibili problemi di compatibilità.

Da un punto di vista meramente pratico, se non hai grandi progetti in mente o particolari aspirazioni di conoscenza, un sistema di cui hai esperienza potrebbe risparmiarti tanti mal di testa.

Debian, FreeNAS, OMV, altre distro di Linux, probabilmente non fanno questa enorme differenza in un sistema così performante.

La scheda video è necessaria?

Come detto in un paragrafo poco sopra, una scheda grafica non è necessaria se non nei seguenti scenari:

  • fai gaming
  • usi programmi che traggono beneficio da una GPU (in tal caso valuta bene perché ogni programma varia da un altro)
  • vuoi avere più flussi di transcodifica per Plex (in tal caso, tra tutte, prendi la nVidia Quadro P2000).

Costa troppo! Cosa posso cambiare?

In primis ti consiglierei di togliere le parti che sicuramente o molto probabilmente non degraderanno eccessivamente le prestazioni. Alcuni consigli e spunti:

  • case più piccoli
  • dimezzare la RAM (solo se non fai VM o lo fai molto leggero)
  • usare un solo SSD (usandolo sia per l’OS, sia per Plex, sia per le VM. Ciò potrebbe degradare eccessivamente le prestazioni in casi estremi)
  • riciclare hdd vecchi, rinunciare al raid o comunque diluire l’acquisto nel tempo
  • trovare una mobo più economica (occhio che supporti la generazione 3 di Ryzen e abbia il sufficiente numero di slot per RAM)

Solo per ultimo, se vuoi limitare ancora più la spesa o non necessiti di così tanta potenza, ti consiglio di valutare l’acquisto di un’altra CPU, per esempio AMD Ryzen 7 2700X, molto performante, ma leggermente più economico.

Che ne pensi?

La configurazione ti sembra eccessivamente costosa? Sproporzionata? Oppure pensi che una configurazione così possa costituire un ottimo compromesso a chi ha bisogno di una workstation ma non può permettersi uno Xeon?

Un commento è sempre ben accolto!

Ranierihttps://www.ranierisdesk.com/
Mi chiamo Ranieri Domenico Cornaggia, studio medicina e mi piace la tecnologia, il fitness e gli scacchi. Amo gli animali e le sfide!

Commenti

guest
2 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La tecnologia che cerchi costa troppo?

Selezioniamo personalmente ogni offerta!
Si, voglio risparmiare
close-link
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie leggi la cookie policy.