Sono un ragazzo di 23 anni che si allena da circa 7 anni in diverse discipline (sollevamento pesi, HIIT, calistenico) e mi sono un bilanciere olimpionico di 2,20 metri. Pazzo? Un pochino, ma lo sareste anche voi se acquistaste un bilanciere da 20 euro!

Perché comprare un bilanciere olimpionico?

Per chi si chiedesse perché comprare un prodotto come questo piuttosto che un bilanciere della Decathlon, brevemente, posso dire che un bilanciere olimpionico è un prodotto “professionale, serio” rivolto generalmente non a chi ha iniziato palestra qualche mese fa, ma più a gente che si allena da anni (ciò non toglie che se lo comprate fin da subito sia una cappellata; mal che vada rivendete tutto senza perderci nulla). Le differenze, oltre che in termine di portata massima sopportabile, sono anche:

  • diametro asta porta dischi di 50 mm (standard definito “olimpionico”), rispetto ad altri prodotti meno professionali che in genere si assestano tra i 28/30mm;
  • costo di tutto l’ambaradan (bilancieri e pesi) di circa 3 volte maggiore.

Il tutto, a parere comune, per restituire un feeling migliore e quindi ottenere una resa migliore in termini di prestazione all’atto pratico.

Il bilanciere olimpionico

Ottimo bilanciere olimpico da 2,20 metri, peso dichiarato (non effettivamente misurato, ma in genere corretto con una tolleranza di circa 100/200 grammi) di 20 kg.

Anche se non sono riportate le misure posso dire che il diametro di impugnatura è 28 mm e la stessa è lunga 130 cm. Presenti inoltre lungo la stessa numerose zone zigrinate e lisce che permettono di non lacerarsi troppo (anche se poi succede lo stesso) le gambe durante gli stacchi e di afferrarlo sempre alla stessa distanza.

Eccomi, felice come un bimbo, mentre scarto il mio primo bilanciere olimpionico.

L’attrezzo è molto robusto e dopo anni passati ad allenarmi in una palestra con macchinari e pesi firmati Panatta, mai avrei pensato che avesse una qualità così elevata, nonostante il prezzo (100 euro circa) sia tra i più bassi tra i bilancieri olimpionici in circolazione.

Evidentemente il prezzo (di per sé elevato, ma relativamente agli altri, contenuto) nasconde qualche pecca che, a prima vista (e probabilmente per il 95% delle persone che comprerà questo prodotto non utilizzerà), non è visibile. Ipotizzo che la differenza tra questo bilanciere e uno da 300 euro siano le garanzie dichiarate riguardo al carico, oppure le rifiniture.

Considerando che questo bilanciere è omologato per sopportare fino a 250 kg totali, come detto saranno ben poche le persone che sentiranno la necessità di qualche cosa di più performante (ovvero con un carico garantito maggiore).

Insieme al bilanciere arrivano 2 molle (molto, molto robuste) che impediscono ai pesi di scorrere.

Consiglio finale su panca e pesi

Consiglio l’acquisto di una panca inclinabile di buona fattura (lasciate stare panche da 40 euro del centro commerciale) e la “base” potrebbe essere quella della York Fitness.

Molti in rete consigliano, per maggiore sicurezza e praticità, dei ferma pesi che permettono una maggiore sicurezza.

Per i pesi consiglio prima di chiedere in giro e su mercatini dell’usato e solo in ultimo, se avete proprio fretta (come ho fatto io) o se non trovate comunque nulla usato, di comprarli da Ebay (che costano molto meno). Anche qui vi sono numerose differenze, ma alla fine forse sono solo 2 le cose importanti:

  1. il prezzo al kg (i pesi “pregiati”, firmati ecc arrivano tranquillamente a 4/5 euro al Kg, mentre quelli piu “terra-terra” li trovate comodamente sotto i 2 euro/kg).
  2. Che siano gommati oppure no. Generalmente gommati costano di più, ma potete “maltrattarli” di più senza prestare troppa attenzione al pavimento (in ogni caso consiglio di comprare della gomma ammortizzante).

LASCIA UNA RISPOSTA

Commenta qui!
Inserisci il tuo nome qui