Dopo il fortunato articolo riguardante il mondo dei rasoi, oggi vi propongo un altro post inerente il man’s groomingi con protagonista i dopobarba senza alcool! In particolare vorrei porre alla vostra attenzione il dopobarba Lucky Tiger.

I più informati di voi sanno che il mondo della rasatura è sconfinato quasi quanto quello dei trucchi per le donne ed è per questo che in altri futuri articoli tratterò quei prodotti che vengono usati, per esempio, prima della rasatura.

Non perdiamo altro tempo prezioso e andiamo subito al sodo: ma i dopobarba senza alcol sono per i bambini o per gli uomini che temono sensazioni un po’ forti?

Dopobarba senza alcool o con?

Si, esatto avete capito molto bene: tra di noi si nascondono persone che usano prodotti post barba che non contengono alcol. Che gente debole!

…naturalmente il mio è solo un mediocre umorismo!

Usare prodotti che non contengono alcol è normale, anzi anche io quando avverto che la mia pelle è troppo stressata per poter reggere ad una botta di alcol, uso un dopobarba che non lo contiene.

Ed è qui che casca l’asino, quale dopobarba senza alcol usare? Se una lozione non contiene alcol, il suo effetto svanisce? Se volete trovare le risposte a queste domande, state con me e continuate a leggere l’articolo.

Ecco un buon esempio di dopobarba senza alcool

I vantaggi del dopobarba senza alcool

Come il titolo di questa pagina suggerisce, io ho già trovato la risposta alla domanda “quale marca usare”, ma lasciatemi esporre i motivi che mi hanno personalmente spinto a usare questo tipo di prodotto.

Il problema si presentò per l’ennesima volta quando, come sempre, non riuscii a farmi la barba senza tagliarmi, ma non volevo rinunciare al dopobarba.

Come potete immaginare il binomio alcool e tagli porta solo a problemi o, meglio, dolori! Ogni volta era la solita storia: bruciore e arrossamenti. Con il dopobarba senza alcool questo è solo un brutto ricordo del passato.

Altro punto dolente è la mia allergia stagionale che si manifesta anche con fastidiose dermatiti, obbligandomi ad aspettare a farmi la barba per paura che se me la facessi in quelle condizioni, potrebbe anche essere l‘ultima rasatura...

Quale dopobarba senza alcool scegliere

Inizialmente avevo pensato di utilizzare semplicemente acqua e sapone dopo la rasatura, ma il risultato era scadente e non aiutava a far cicatrizzare i piccoli taglietti che si formavano durante lo shaving.

I dopobarba senza alcol possono essere molto efficaci nelle suddette condizioni e l’importante è usarne uno di qualità; ma cosa vuol dire questo? Che dovrei andare in un negozio e scegliere il dopobarba analcolico più costoso? Naturalmente no! Se ne possono trovare di ottima fattura anche in negozi online specializzati, come questo Lucky Tiger che gli amici di Barberpassion mi hanno concesso di testare gratuitamente.

Lucky Tiger nasce esplicitamente come lozione dopobarba senza alcol. Oltretutto chi lo ha creato era uno del mestiere, che doveva stare al passo dei tempi, seguendo sia la vecchia che la nuova generazione.

After shave and face tonic Lucky Tiger gode di una buona lista di ingredienti, ma nessuno di questi è segreto!

Dopobarba Lucky Tiger: prenditi cura del tuo viso!

Caratteristiche

A differenza degli altri after shave troppo appiccicosi, Lucky Tiger ti lascia una sensazione di freschezza e senza lasciarti le mani appiccicose. Da precisare che il nostro Tiger è capace di soddisfare i clienti più esigenti che vogliono mantenere una sensazione di freschezza durante tutto il giorno, e che dunque periodicamente durante l’arco della giornata applicano a più riprese il prodotto.

Ottimo per pelli danneggiate, sopratutto dopo aver fatto la barba con una mano un po’ pesante, essendo presenti aloe vera, calendula e camomilla che attenuano il rossore sulla pelle.

L’odore è agrumato e delicatissimo, dura poche decine di minuti e non influenza altri profumi.

Può anche essere usato come unguento per la cura della pelle del viso (infatti è anche un tonico) grazie anche al fatto che non contiene parabeni.

E siccome anche l’occhio vuole la sua parte, con Lucky Tiger si va sul sicuro grazie alla confezione di cartone color giallino, recante un favoloso disegno che sembra uscito da un’illustrazione della fiaba de “La bella e la Bestia”!

Ecco una lista sintetica degli ingredienti che compongono questo dopobarba Lucky Tiger.

La nascita di Lucky Tiger

Per chi non lo sapesse il mitico prodotto nasce negli Stati Uniti d’America circa nel 1920, da parte di un certo signor Benjamin Clarke, che nel retro della sua bottega, durante il tempo libero cerca una lozione che possa battere la concorrenza e al contempo essere originale e offrire alla clientela qualcosa di migliore ad un prezzo imbattibile.

Non solo riesce con successo nell’impresa, ma nel tempo sempre più persone sono interessate al suo personale prodotto, tanto che nel 1935 Clark registra il suo dopo barba, Lucky Tiger, come marchio di fabbrica.

Questa confezione di Lucky Tiger è così signorile da rendere bello persino il mio bagno!

Il proibizionismo e i prodotti con alcool

Non bisogna scordarsi una cosa molto banale, ma al contempo super vincolante, e cioè che negli Stati Uniti durante il periodo 1920-1933 venne proibito la vendita e il consumo di alcool!

E voi mi direte tutti in coro:

Ma Leo cosa c’entra l’alcol contenuto nella mia birra e i dopobarba?

La risposta è molto semplice: a quei tempi non esisteva ancora l’alcol denaturato, perciò anche profumi, vernici, lacche e dopobarba contenevano alcool “commestibile”.

E per chi se lo stesse chiedendo: si, a quei tempi potevi berti il flacone di profumo di tua moglie e ubriacarti lo stesso! Infatti appena l’entrata in vigore del proibizionismo, la gente cerco di procurarsi l’alcool distillando appunto i suddetti prodotti.

Dotato di tappino dosatore, non sprecherete neanche una goccia di dopobarba!

Lucky Tiger vs il resto del Mondo

Dunque, riassumendo, nel 1920 chi era abituato ad utilizzare un dopobarba con alcol, si ritrova da un giorno all’altro senza, mentre Benjamin crea apposta un dopobarba che possiede tutte le qualità degli altri, ma senza far uso di quella sostanza ormai proibita.

Ovviamente anche le altre case produttrici cercarono di adeguarsi ai tempi e alla leggi, ma non poterono competere contro il capolavoro di Clarke.

La mia pelle ringrazia!

Prima di lasciarci

Ricapitolando, anche se potrebbe sembrare non all’altezza, il nostro Lucky Tiger risulta capace di coccolare il nostro viso e non solo grazie a una vastissima collana di prodotti per tutte le occasioni.

Questo dopobarba senza alcool può essere usato anche a secco, cioè senza doversi radere, come sostituto di una crema per viso siccome non andrà mai ad irritare neanche chi è sotto attacco della allergia estiva.

Lasciatemi aggiungere che la confezione, pur mantenendo inalterata la forma fin dal 1935, si è aggiornata coi tempi ed ora è realizzata in plastica, cosa da non sottovalutare, visto che durante la rasatura le nostre mani possono diventare scivolose (e far cadere un flacone di vetro di certo non è il massimo per iniziare la giornata).

La prova del nove è stata fatta semplicemente sedendomi ad un tavolo con miei amici. Il mio Tiger non è passato inosservato: il suo aroma ha raggiunto senza prepotenza la quasi totalità dei nasi che erano presenti accanto a me…

Ricorda che se hai domande su questo prodotto o vuoi semplicemente rimanere informato sulla pubblicazione di futuri articoli, puoi seguirci sui social o iscriverti alla nostra newsletter!

LASCIA UNA RISPOSTA

Commenta qui!
Inserisci il tuo nome qui